La ricetta maggica

*
Rinchiuso in un castello medievale,
er vecchio frate co’ gli occhiali d’oro
spremeva de le gladole d’un toro
la forza de lo spirito vitale
per poi mischiallo, e qui stava il segreto,
in un decotto d’arnica e d’aceto.

E diceva tra fra sé: – Co’ ‘st’invenzione,
che mette fine a tutti li malanni,
un omo camperà più de cent’anni
senza che se misuri la pressione
e se conserverà gajardo e tosto
cor core in pace e co’ la testa a posto.

Detto ch’ebbe così, fece una croce,
quasi che volesse benedì er decotto;
ma a l’improviso intese come un fiotto
d’uno che je chiedeva sottovoce:
– Se ormai la vita è diventata un pianto
che scopo ciai de fallo campà tanto?

Read More